Cap 12 – La cassiera

La prima regola del supermercato recita: “Un uomo che gironzola in solitudine per i corridoi di un esercizio commerciale adibito alla vendita di generi alimentari, con un carrello pieno di “4 salti in padella”, è un single a caccia di mamme e/o donne infelici”.

La seconda regola dice che “2 uomini al supermercato sono una coppia gay: le mamme e /o le donne infelici guarderanno il belloccio dei due pensando:

Il lunedì e il mercoledì sono rispettivamente la mia giornata gay e single, in realtà il primo giorno della settimana potrebbe definirsi anche dello “sperpero inusitato di ingenti quantitativi di denaro” dal momento che cerco di comprare tutto ciò che di superfluo esiste per indurre (con ovvio successo), Stefan a fare lo stesso.

Il mercoledì generalmente mi vedo costretto quindi a tornare una seconda volta al supermercato per rifornirmi di cose realmente utili quali cibo e bevande.

Intuisco che anche Stefan abbia un suo giorno da single, almeno che il suo fisico non si sia adattato nel tempo a nutrirsi di creme depilatorie, assorbenti interni, mascara e profumatissime buste colorate.

La terza regola, applicabile però a qualsiasi tipo di esercizio commerciale, è quella di comprare sempre e comunque dei profilattici in presenza di donne piacenti, ti farà sembrare ai loro occhi un novello stallone, e passerai improvvisamente dalla categoria “uomo che in maniera insulsa mi sta guardando le tette” a quella di “wow..questo ha anche una vita sessuale a dispetto della sua apparenza che molto mi ricorda un uomo che in maniera insulsa mi sta guardando le tette”.

Non ho ancora pensato ad una regola 4 ma conto di arrivare almeno fino alla 100 prima di proporre ad un editore famoso il mio “Come sopravvivere e trarre vantaggi di tipo sessuale da un super o ipermercato nell’anno 2010”.

La mia amicizia con Simona, la cassiera del Super di via degli Olmi, è una evidente conseguenza della regola numero 3.

“Compri molti profilattici” mi ha detto un giorno, “2 scatole a settimana, scusami se sono sfacciata ma..wow, beato te”.

“In effetti ho fatto l’amore con moltissime donne, alcune delle quali si possono annoverare tra le più belle del pianeta” le ho risposto.

“A dire il vero mentre io facevo l’amore con loro, loro probabilmente erano con i rispettivi partner” ho continuato “ ho una lista aggiornata con tutte le mie avventure: la volta che Megan Fox si è trasferita nell’appartamento della vicina nudista e ne ha interiorizzato le abitudini, la volta che Paz Vega mi ha abbordato in spiaggia supplicandomi di spalmarle la crema, la volta che la Rita Levi Montalcini mi ha sculacciato forte, come punizione al fatto di aver copiato un compito in classe”.

“Ti è successo tutto questo?” mi ha domandato dubbiosa.

“Vale la fantasia?”.

“No che non vale, troppo semplice così, anch’io allora lo ho fatto con Brad Pitt”.

“Le tue frequentazioni ti fanno onore” ho ribattuto.

“Dai dimmi perché compri tanti profilattici allora”.

“In realtà non vorrei svelarti troppo di me al primo appuntamento, ma ho deciso che farò un’eccezione: ostentare una vita sessuale ha un buon ascendente sulle donne, in passato mostravo loro alcuni video registrati con delle partner occasionali, ma ho rimediato qualche ceffone di troppo, quindi ho deciso di optare per l’acquisto smodato di palloncini sessuali.

Rimane in silenzio per due secondi fissandomi intensamente con due occhi azzurri che sembrano gocce di colore cadute dal cielo.

“Deve essere divertente uscire con te”.

Vorrei tu mi amassi per quello che sono, non per il mio corpo” le dico, è una frase che avrei voluto usare per le selezioni del Grande Fratello ma mi vedo costretto ad usarla ora.

“Farò il possibile” mi risponde “io sono Simona” dice porgendomi la mano.

Gliela stringo con forza nella speranza che da questo possa dedurre ancor più cose sul mio vigore sessuale, ma la cosa sembra non interessarle.

“Potremmo bere qualcosa insieme” mi dice lei mentre la gente spazientita in fila comincia a rumoreggiare.

In realtà ho la MCI, le ragazze sono spaventate da questo e tendono ad evitarmi”.

“Se è per questo stai parlando con una persona che ha milioni di fobie assurde!”

“Attendo con ansia” le rispondo

“Vediamo…per esempio…mi affaccio volentieri al balcone, anche fosse il trentesimo piano, ma ho paura di salire in piedi su una sedia o di scendere le scale senza una ringhiera; ho paura di inghiottire le pastiglie per la possibilità di rimanerne strozzata; ho il terrore di camminare nell’erba alta perché esseri misteriosi e diabolici potrebbero nascondersi al suo interno, non manca la fobia dei rettili ma solo quelli che non hanno zampe, ho la fobia dei ragni, sono anche un filo ipocondriaca e se quando torno a casa non c’è nessuno, prima di chiudermici dentro faccio il giro di tutte le stanze e sgabuzzino e guardo dietro le tende.

Dimenticavo…..adoro il mare ma ho paura delle rocce che si vedono sul fondale.

“Queste sono alcune..continuo?”

“Potrei presentarti un buon esorcista”

“Ah, dimenticavo, e ho anche un criceto comunista di nome Baffino che ritengo sia l’incarnazione di Vladimir Ilyich Lenin” e così dicendo mi fa notare una gabbietta celata sotto la cassa.

“Come sai che è l’incarnazione di Lenin?” le domando.

“L’unico modo di farlo addormentare è fargli ascoltare le parole di Veltroni ”.

“Sono narcotiche, capita a tutti”

“Non sopporta Berlusconi”.

“Quello capita a molti”

“Se gli canto Bandiera Rossa gonfia d’orgoglio il petto e si commuove”

“Questo è già più significativo” rispondo.

“I criceti sono carini” le dico “sai che sto stranamente sviluppando una certa avversione nei confronti di pecore, cavalli e bambi?”.

“Cerbiatti?”

“No, bambi”.

“Perché? I cavalli sono animali belli ed intelligenti e i bambi sono dolci”

“In realtà è una cosa che ho notato solo ultimamente, prima mi piacevano, adesso piuttosto vorrei un mulo albino da portare al guinzaglio al parco per rimorchiarci le ragazze.

“Ne andrebbero matte” ribatte.

“Ci vediamo sabato? Che te ne pare?” dico io interrompendola

“Sono in ferie da venerdì” risponde “me ne vado a Padova dal mio ragazzo, probabilmente a terminare la “relazione agonia” che ci portiamo avanti da 4 anni”

“Potresti lasciarmi Baffino” le dico “ormai siamo amici e così saresti obbligata a passare da me per riprendertelo”

“Una sorta di ricatto” dice ridendo “ tu sì che ci sai fare con le donne”

La sua affermazione mi offende ma decido di vendicarmi in un secondo momento, le sorrido.

Scrive il suo numero in un foglietto di carta che mi porge sorridendo: “Baffino è come mio figlio, non saprei a chi lasciarlo e quindi la tua proposta mi ha davvero salvata, sono in debito”.

Potresti lasciare che ti tocchi una tetta” le dico seriamente.

“Non fare il cretino e non fare in modo che io mi penta” risponde “chiamami stasera che organizziamo il trasloco”.

La saluto un attimo prima di vedere la signora che seguiva in fila dare in escandescenza, vado a casa a fare un po’ di ordine, tra pochi giorni avrò visite.

Annunci

32 risposte a “Cap 12 – La cassiera

  1. 🙂 mi piace Simona e pure Baffino 😛
    certo che non avevo mai fatto caso ai particolari per l’acchiappo al Super, forse perchè non sono mai stato un granchè come play-boy o forse perchè ho sempre pensato al Super come un posto dove andare più per costrizione che per piacere, tutt’ora detesto quando mi tocca andarci.
    Ah ah ah ah 🙂 non sapevo che l’acquisto di notevoli quantità di profilattici ti desse questo risultato…me ne attaccherò uno al collo (ovviamente nuovo e non usato :-P)

    • ..le tecniche del protagonista sono diaboliche, micidiali ed infallibili! L’inconveniente è che ti obbligano ad utilizzare la stanza degli ospiti come magazzino x profilattici e cianfrusaglie varie!

  2. Nella realta’, di noi poveri mortali, un dialogo del genere sarebbe finito dopo 30 secondi, causa urla all’unisono delle persone in coda. Troppo lungo per essere reale .

    • ahaha..forse hai ragione! Però nel mentre Simona continua a passare i vasetti di Nutella e i profilattici che il protagonista ha comprato. La gente rumoreggia solo un po’ alla fine 😉

  3. 🙂 sai Roberta hai ragione, ma la situazione e il dialogo son talmente simpatici che si può sperare che i 30 secondi diventino un minuto per contagio 😉

  4. Trovo Simona molto aperta e in pace con le sue fobie, mi piace…secondo me è pure iscritta al “Piccolo club delle persone molto speciali” della Pina. 🙂

    Ma toglimi una curiosità: cosa dovrebbe comprare una ragazza per fare colpo sugli eventuali cassieri maschi?

    • Punterei su “Kamasutra in cucina” o “100 ricette per farlo gridare tanto che i vicini di casa si domanderanno se un Licantropo si è appena trasferito nel quartiere” edito dalla Mondadori, libri che trovi normalmente nello scaffale vicino alla cassa; non mi dimenticherei la panna montata, lasciando il malcapitato viaggiare con la fantasia. Domanderei di un buon repellente per le zanzare perché “abituata a girare nuda per casa..sei vittima di questi brutti brutti insetti”.
      Nei supermercati più forniti trovi anche il reparto ninfomani con la bottiglia da 4 litri di olio x “massaggi di tutti i tipi”. Per finire..ma di questa chiedo scusa a priori, citando una frase mitica (vediamo chi ricorda a cosa mi riferisco) comprerei una confezione di caffè con miscela fortissima e direi al cassiere che il caffè lo vuoi forte e nero…come i tuoi uomini

  5. Spassosissimo questo capitolo!
    Questa cosa delle regole del supermercato è fantastica! Vorrei sapere quando le pensa queste cose il tuo papà XD

  6. Divertente! Baffino… mi ha fatto troppo ridere!!

  7. Sarò banale ma… complimenti questo capitolo mi è proprio piaciuto!

  8. rispondendo a Sil….noi maschietti siamo molto più “facili” in linea di massima quando respirate e fate intravvedere della pelle o della ligerie è più che sufficiente 😀

  9. I commenti sugli uomini al super sono veri, se vedi un ragazzo sa solo è un single ( magari è un papà che va a fare la spesa mentre la moglie bada al pupo ), due ragazzi insieme sono dei gay ( invece riforniscono il frigo per passare una serata con altri amici a giocare alla Play Station ). E ci sono anche i signori un pò avanti negli anni che aspettano la ” preda”, chiedendo informazioni su una marca di biscotti o su quale detersivo è più conveniente.Spero solo che non succeda niente a Baffino, non permettere che si faccia su di lui qualche strano esperimento !

  10. Ma è bellissimo questo capitolo! Bellissimo xD Cioè…Banfino xD

  11. Ciao!
    e bravo…quella del lunedì mi pare una strategia per rilanciare l’economia del paese!! 🙂 mi lascia perplessa invece il contenuto del carrello di Stefan… ci dobbiamo aspettare qualche sorpresa?
    Mmh un criceto comunista di nome “baffino” mi sembra di intravedere alcune contraddizioni, quindi suggerirei di fare alteriori verifiche comportamentali, del tipo fargli ascoltare il coro dell’Armata Rossa e vedere reazioni, se fossero confermate o amplificate allora sarebbe da ribattezzare con nome più appropriato, ma sconsiglierei “baffone” 😉 se invece si commuove e gonfia il petto, puta caso, durante un giro in barca a vela, allora il nome gli si addice ma non la reincarnazione, né tantomeno essere comunista! Ma sono solo dettagli!!
    Simona è spigliata e spontanea, certo devi averle fatto una buona impressione altrimenti non ti affiderebbe “baffino” in consegna!

    • …già hai imparato a conoscere Stefan, tutto quello che il protagonista gli suggerisce, lui esegue. Per quello che concerne Baffino…non avevo considerato la prova “barca” oppure potremmo provare a fargli prendere una decisione “di sinistra”…nel caso non ci riuscisse, confermeremo Baffino 🙂

  12. assolutamente saggia e indiscutibile decisione la tua!!

  13. Di Luca Stefania

    è un vero peccato che Simona sia fidanzata, ma sono sicura che con l’aiuto di Baffino il protagonista riuscirà a toccargli una tetta! chissà se ce la farà a riordinare casa con la forza del pensiero, in caso contrario il fedele Stefan farà brillare il tutto!

    • Simona è fidanzata ma dalle prime informazioni la sua è una storia quasi finita…vedremo se il protagonista tornerà all’attacco o la considererà semplicemente una buona amica. Continua a preoccuparmi l’incontro Stefan – Baffino…

  14. regole infallibili!

    ma il lunedì gay e il mercoledì single è super!!!!!

    p.s:anch’io voglio Baffino!!!!!!!!!!!!!!!!

    (complimenti ancora…aspetto…ma oggi è già martedì???’
    ore 1.26
    quindi oggi altra puntata!
    faccio bis!!!

    ops…battuta uscita da sola
    “bis” alla cassa come la pubblicità!

    • Papà dice che le regole del supermercato sono frutto dell’esperienza degli anni di università, ha cercato di trasportare la cosa al lavoro facendosi accompagnare da un amico ogni lunedì, posso dirti solo che il successo è stato totale.
      Oggi papà pubblica ancora…ci sentiamo più tardi!

  15. Grazie. Grazie perchè questo gustoso scorcio di vita consumistica mi ha fatto tornare alla mente i miei lunedì gay. Eh, erano bei tempi, orami molto lontani ma sempre presenti nella mia mente.
    Era bello correre con lui tra i corridoio dei vari reparti scoprendo ogni settimana che disposizione gl’illuminati del marketing si erano inventati per invogliarti a comprare e noi che imperterriti ci ritrovavamo nel carrello, alla fine, sempre le stesse cose.
    Poi in una serata strana, durante una mia spesa solitaria ho incontrato lei al reparto frutta e verdura. Era intenta a decidere se era meglio quella zucchina o quella carota. Fu un colpo di fulmine.
    Da allora nulla è stato più lo stesso.

    Ahhh quanta nostalgia…

    • …come il piccolo pezzo di madeleine in Alla ricerca del tempo perduto di Proust, così il racconto ha “svegliato qualcosa” di UnoACaso..ne sono ovviamente felice. Spero tu possa continuare a seguirci 🙂

  16. Pingback: Cap 31 – Ada | Blog di un libro

  17. Pingback: Cap 35 – Vicini di casa | Blog di un libro

  18. Pingback: OMB » La storia di Blog di un Libro

  19. Pingback: Manuale di scrittura creativa, lettura, scrittura, racconto, racconti, critica letterarie, creativa, Blog di Pamela Serafino » PROMUOVERE UN LIBRO IN RETE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...